MestreToday

Di piano in piano per visitare gli appartamenti, due ladri minorenni bloccati a Mestre

Giovanissimi intercettati dai carabinieri all'interno di un condominio in zona Bissuola, con sé avevano gli attrezzi del mestiere. Segni di scasso su almeno tre porte d'ingresso

Molteplici tentativi di scasso in un appartamento di Mestre. Sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia locale due giovanissimi nomadi scoperti in flagranza di reato: devono rispondere di tentato furto in abitazione, pòtre che di danneggiamento e possesso di chiavi alterate e grimaldelli. L'operazione ha avuto luogo giovedì sera, quando al 112 è stata segnalata una coppia di ragazzini che si aggiravano con fare sospetto in via Ticino, zona Bissuola.

Svariati tentativi

I due avevano forzato e rotto il portoncino condominiale di una delle palazzine della via e poi si erano avvenutrati per la tromba delle scale, concentrando  le proprie attenzioni sulle porte di almeno tre appartamenti. Il loro "lavoro" è stato interrotto dall'arrivo della pattuglia dei carabinieri di pronto intervento: a quel punto i ragazzini hanno nascosto cacciaviti, sbarre e punteruoli dietro una tenda e poi sono scesi simulando indifferenza, come a voler ingannare i militari che nel frattempo stavano salendo i gradini.

Arresto

Ovviamente il giochetto non ha funzionato. Fermati i sospetti, i carabinieri hanno recuperato anche i ferri del mestiere e la refurtiva raccolta fino a quel momento. I ladruncoli sono stati accompagnati in caserma: essendo privi di documenti, si è deciso di sottoporli ad accertamenti radiografici in ospedale per acclarare la loro età. Ne è risultato che entrambi non hanno più di 17 anni. Così è scattato l'arresto e l'affidamento al carcere minorile di Treviso, a disposizione dell’autorità giudiziaria per i minorenni.

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento