MestreToday

Entra dal tabaccaio in forte stato d'agitazione: "Ho ucciso mia madre!"

Un uomo di 44anni è stato fermato dalla polizia. E' stato il titolare dell'esercizio a chiamare gli agenti e riferire ciò che l'uomo gli aveva detto

"Ho ucciso mia madre", sarebbero queste le parole pronunciate da un 44enne veneziano subito dopo essere entrato in una tabaccheria. Il fatto risale a venerdì pomeriggio quando il titolare di una tabaccheria della zona della Bissuola ha chiamato la sala operativa della questura avvisando che all'interno del suo esercizio si era presentato un uomo molto agitato.

Verso le 17.40 infatti l'uomo, identificato poi con M.E. veneziano di 44 anni, si sarebbe introdotto nella tabaccheria in forte stato d'agitazione, ammettendo d'aver ucciso la madre. Il veneziano, con numerosi precedenti penali a carico e con problemi psichici, è stato prontamente fermato dai poliziotti che si sono diretti nell'esercizio subito dopo la segnalazione da parte del titolare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti si sono portati immediatamente a casa della madre di quest’ultimo per accertarsi della reale situzione. Qui hanno trovato la donna, anche lei veneziana, di 83 anni, cosciente, ma con vistose ferite al volto. Mentre la vittima veniva accompagnata al pronto soccorso cittadino per le cure del caso, in cui poi sarà trattenuta in osservazione, con prognosi provvisoria di 21 giorni, il figlio è stato condotto agli uffici della questura di Venezia e qui posto in stato d’arresto per i reati di maltrattamento in famiglia e lesioni gravi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e in Veneto

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

Torna su
VeneziaToday è in caricamento