MestreToday

Pusher in arresto dopo avere aggredito un agente

È successo durante i controlli della polizia locale al parco Albanese di Mestre

Negli stessi momenti in cui il comandante della polizia municipale illustrava i risultati ottenuti nel 2019 sul fronte del contrasto alla micro criminalità, una pattuglia del cinofilo ha arrestato uno spacciatore al parco Bissuola di Mestre. L'operazione è iniziata nel momento in cui due pusher, già noti alle forze dell'ordine, hanno avvistato gli agenti e si sono allontanati velocemente in bicicletta; un paio d'ore dopo, però, la pattuglia è tornata sul posto e li ha individuati nuovamente, in zona piramidi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche in questo caso hanno tentato di fuggire. Uno dei due, un 33enne nigeriano, ha improvvisamente aggredito uno degli agenti, cercando anche di prendergli l’arma agganciata al cinturone. Dopo alcuni minuti concitati gli operatori sono riusciti ad immobilizzare l'uomo e ammanettarlo. Grazie al fiuto del cane antidroga Coco, nella zona sono poi stati trovati due involucri di cellophane contenenti marijuana. L'aggressore, con già quattro precedenti per resistenza a pubblico ufficiale e uno per spaccio, è stato arrestato e domani sarà condotto davanti al giudice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Auto cappottata al casello Mestre-Villabona

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

  • «I pusher nigeriani si sono impadroniti di Marghera, gang pericolosissima»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento