MestreToday

Rapina al minimarket: baby gang, altre due misure restrittive

Due maggiorenni raggiunti da obbligo di firma e di dimora. Venti le misure finora eseguite

Il minimarket rapinato

A una settimana dal collocamento in comunità di un 17enne, la squadra mobile martedì mattina ha eseguito due nuove misure nei confronti di altrettanti membri delle cosiddette baby gang. Il gip del tribunale di Venezia, su richiesta della procura, ha emesso nei confronti di OJ., 18enne e di A.P., 20enne, l'obbligo di dimora e di firma. I due sono ritenuti coinvolti nella rapina consumata in un minimarket etnico di via Fapanni a Mestre lo scorso 6 aprile. 

La rapina

Quel giorno, alle 20.30 circa, una decina di ragazzi era entrata nel negozio tentando di comprare dell’alcool. Al rifiuto del titolare che aveva dubbi sulla loro età, il gruppo aveva messo a soqquadro il punto vendita, aggredito il titolare minacciandolo con un coltello e rubato l’incasso della giornata, pari ad alcune centinaia di euro.

Le indagini

Le indagini della squadra mobile avevano consentito di eseguire il 25 luglio scorso un provvedimento cautelare di collocamento in comunità a carico di un 17enne, grazie anche ad elementi raccolti nel corso delle attività di perquisizione di alcune settimane fa, e di identificare altri due componenti del gruppo, a carico dei quali è stato emesso il nuovo provvedimento. Con quelle di oggi sono oltre venti le misure eseguite e alle quali si affiancano, sul piano amministrativo, quelle di prevenzione firmate dal questore di Venezia Maurizio Masciopinto, tra fogli di via e avvisi orali.

Potrebbe interessarti

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

  • Il Cibo del Risveglio: il convegno nazionale su come vivere fino a 120 anni

I più letti della settimana

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

  • Due bagnini indagati per l'annegamento a Jesolo

  • Una coltivazione di cannabis individuata dall'elicottero a Sant'Erasmo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento