MestreToday

Fermate a Mestre con un arsenale da scasso, una delle due ha solo 15 anni

Due ragazze di etnia rom fermate nel corso dell'operazione "Rione sicuro" martedì pomeriggio. Erano riuscite a farsi invitare con l'inganno in casa di un anziano

Sorprese con un vero e proprio arsenale da scasso, non sono riuscite a giustificarne il possesso al personale della polizia locale. L'operazione "Rione sicuro" condotta dalla Municipale a Mestre continua a dare i suoi frutti: martedì pomeriggio, infatti, sono state deferite all'autorità giudiziaria due rom croate: una ventinovenne (con un lungo elenco di precedenti di polizia per rapina, rapina impropria, furti e furti aggravati) e una ragazzina di 15 anni, con l'accusa di di possesso di strumenti da effrazione.

Kit da scasso

Le due giovani sono state fermate, dopo un lungo pedinamento, nella zona di via Piave. Avevano con sé un vero e proprio kit da scasso: un robusto cacciavite, una chiave inglese variabile ed un pezzo di plastica per l'apertura delle serrature. Le donne erano tra l'altro riuscite, poco prima, a farsi invitare da un anziano, ignaro del pericolo a cui andava incontro, nella propria abitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • L'acqua alta cancella anche la musica, sommersa la biblioteca del Conservatorio Benedetto Marcello

  • Investito da un camion, ciclista muore a Fiesso d'Artico

  • Cocaina fuori dal locale e in casa: coppia in manette a Mirano

  • Giovani investiti da un treno mentre camminano lungo i binari: lui grave

Torna su
VeneziaToday è in caricamento