MestreToday

Smantellata rete di spaccio di cocaina e eroina: tre in manette

La banda operava nell'area orientale della città, con base in via Livenza. I militari del Norm li monitoravano da giorni, poi il blitz nel pomeriggio di ieri

Avevano messo in piedi una redditizia attività di spaccio, con la quale rifornivano l'area orientale della città di Mestre. La base era un appartamento di via Livenza, in un contesto di edilizia popolare difficile da sondare e porre sotto sorveglianza. Nella pomeriggio di ieri, i carabinieri di Mestre hanno messo le manette ai polsi a tre cittadini di nazionalità nigeriana, osservati speciali da alcune settimane. All'interno dell'appartamento nascondevano eroina gialla, cocaina e marijuana, pronte per essere smerciate sulla piazza.

La perquisizione

I militari del Norm sono intervenuti quando tutti e tre i sospetti si trovavano in casa, poco dopo una cessione di stupefacente ad un cliente. I tre spacciatori sono stati colti di sorpresa, motivo per cui non hanno potuto nemmeno accennare una fuga o sbarazzarsi della droga conservata all'interno dell'abitazione. Nel corso della perquisizione i carabinieri, supportati dall'unità cinofila della polizia locale, hanno rinvenuto 50 grammi di eroina gialla, 20 di cocaina e marijuana. Tutto lo stupefacente era già suddiviso in dosi pronte per essere smerciate, confezionate in modo tale da poter essere ingoiate, all'occorrenza, nel caso di controlli delle forze dell'ordine.

In manette

All'interno dell'appartamento, oltre alla droga, sono stati trovati anche 3mila euro in contanti, ritenuti provento dello spaccio, nonché tutto l'occorrente per confezionare le dosi (cartine, bustine in plastica e bilancini di precisione) e telefoni dedicati all'attività illecita. Tutto il materiale trovato è stato posto sotto sequestro, mentre i tre delinquenti sono stati arrestati e condotti in carcere a Venezia, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Le statistiche degli ultimi 4 mesi

Questi arresti si inseriscono in una serie di attività svolte dall’Arma di Venezia e dalla compagnia di Mestre, che da aprile ad oggi ha portato all'arresto di 27 sospetti spacciatori, con un arresto ogni 5 giorni circa, a cui si uniscono 19 denunciati in stato di libertà, poiché le quantità esigue di stupefacente non giusitificavano la reclusione in carcere. In tutt, nell'arco dello stesso periodo, sono stati sequestrati 630 grammi di marijuana, 500 di hashish e 386 di cocaina. Sono 318 i grammi di eroina sottratti, a cui si aggiungono 25 pastiglie tra farmaci con principi attivi e ecstasy. Il denaro sequestrato alla malavita, infine, ammonta a oltre 18mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Scorzè: camionista investito e ucciso nella notte

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Referendum per la separazione di Venezia e Mestre: l'affluenza si ferma al 21,73%

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Scoperta a rubare vestiti, aggredisce il direttore e gli punta le forbici in faccia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento