MestreToday

Riforniva di marjiuana le piazze e i locali di Mestre, in manette 39enne

Adriana Genovesi è stata arrestata ieri sera dai carabinieri con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. In casa sua, a Malcontenta, è stato trovato mezzo chilo di "maria"

Continuano i controlli effettuati dai carabinieri del comando provinciale di Venezia contro lo spaccio tra i giovani. Questa volta a finire nella rete dei militari, aiutati anche dai colleghi della compagnia di Mestre, è stata Adriana Genovesi, 39enne residente a Malcontenta. Come nel caso dell'arresto di Guerino Nardone, 40enne romano ma residente da tempo a Favaro Veneto, anche in questo frangente gli agenti hanno fatto irruzione nell'abitazione della donna, trovando, nascosto in un borsone, mezzo chilo di marjiuana diviso in quattro involucri.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quest'ultimi erano pronti per essere venduti al dettaglio. La 39enne, finita in manette ieri sera per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, secondo gli inquirenti si occupava di rifornire gli spacciatori della zona, che poi smerciavano la droga nelle piazze e all'uscita dei locali pubblici di Mestre. I militari hanno fatto il percorso contrario: dai piccoli spaccini hanno risalito la catena fino ad arrivare a lei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Pericoloso inseguimento in laguna, giovane sperona la volante: 25enne arrestato

  • Trova il padre senza vita in casa

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento