MestreToday

Sorpreso a spacciare, in casa nasconde 300 grammi di cocaina: in manette

Si tratta di un pusher di nazionalità colombiana, fermato ieri dai militari della guardia di finanza

Lo stupefacente sequestrato

Il passaggio di denaro era inequivocabile. I militari della guardia di finanza di Venezia, impegnati in un servizio di pattugliamento lungo via Forte Marghera, non hanno avuto dubbi che tra le due persone fosse in atto una compravendita di stupefacente. Ecco perché è scattato il controllo di rito: al termine delle perquisizioni e degli accertamenti del caso, i "baschi verdi" hanno arrestato uno spacciatore colombiano trovato in possesso di 300 grammi di cocaina.

Perquisizione

I militari hanno da subito bloccato i due uomini, uno dei quali in sella ad una bici, prima che potessero allontanarsi e far perdere le proprie tracce. Il "ciclista", un cittadino italiano residente a Mestre, aveva appena acquistato dall'altro, un pusher colombiano da anni residente in Italia, una dose di cocaina per uso personale per circa 200 euro. A quel punto le fiamme gialle hanno deciso di approfondire la questione, procedendo con la perquisizione domiciliare dello spacciatore.

L'arresto

All'interno dell'abitazione, i militari, grazie anche all'aiuto dell'unità cinofila Bacos, hanno trovato nascosti dentro un armadio vari ovuli e bustine di cocaina, per un peso complessivo di circa 300 grammi. Lo stupefacente, oltre al bilancino di precisione ancora sporco di polvere bianca, è stato posto sotto sequestro. Per il pusher, invece, sono scattate inevitabilmente le manette e la reclusione nel carcere di Santa Maria Maggiore di Venezia.

Potrebbe interessarti

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

  • Il Cibo del Risveglio: il convegno nazionale su come vivere fino a 120 anni

I più letti della settimana

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

  • Due bagnini indagati per l'annegamento a Jesolo

  • Una coltivazione di cannabis individuata dall'elicottero a Sant'Erasmo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento