MestreToday

Uno spacciatore trovato con l'eroina nel sottopasso e arrestato

Operazione della polizia locale in via Castellana, a Mestre. Un 33enne ai domiciliari

Un pusher è stato bloccato e arrestato ieri pomeriggio dalle pattuglie della polizia locale a Mestre, in corrispondenza del sottopasso di via Castellana. L'operazione è la conclusione di una serie di appostamenti eseguiti negli ultimi tempi dagli agenti del Nucleo cinofilo e del Servizio sicurezza urbana, che avevano notato possibili episodi di spaccio in quel punto. Ieri, fatte convergere in zona alcune pattuglie, l'unità cinofila si è avvicinata a due persone sospette, che nel frattempo hanno cercato di allontanarsi, buttando via un sacchetto.

I due sono stati subito bloccati mentre il cane antidroga Lapo ha fiutato il sacchetto abbandonato, dentro al quale è stato trovato un "sasso" di eroina sufficiente per circa 85 dosi. Lo spacciatore che aveva lanciato la droga, un trentatreenne tunisino con precedenti specifici, è stato arrestato e, dopo avere trascorso la notte nella cella di sicurezza del Comando, processato per direttissima: per lui una condanna a 1 anno, 4 mesi e 20 giorni di reclusione (da scontare ai domiciliari), oltre al pagamento di 1200 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Coronavirus, i dati aggiornati

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Hanno partecipato al Carnevale di Venezia: scatta la quarantena nel Salernitano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento