MestreToday

Stavolta arrivano prima gli agenti di polizia locale: preso corriere dell'eroina in via Piave

Un 19enne tunisino venerdì pomeriggio è stato bloccato all'altezza di via Cavallotti a Mestre. Nello zaino 80 grammi di droga, utili per 200 dosi. Doveva rifornire i pusher della zona?

Ha fatto capolino in questi giorni, evidentemente inesperto ancora di strade e quartieri. Per questo motivo, grazie anche all'occhio lungo degli agenti della polizia locale, è stato bloccato venerdì pomeriggio in piena via Piave dagli agenti del Servizio di Sicurezza urbana della polizia locale. Un 19enne tunisino è finito in manette a Mestre, all'altezza di via Cavallotti, con nello zaino 80 grammi di eroina. Un quantitativo utile a confezionare circa 200 dosi che, sul mercato, sarebbero valse come minimo 6mila euro.

Eroina nascosta nel berretto di lana

Una volta che gli uomini in divisa hanno aperto lo zaino del giovane e hanno visto che il suo cappello di lana era "gonfio", hanno capito di aver fatto centro. Con ogni probabilità il 19enne, sbarcato nel 2016 a Lampedusa, irregolare sul territorio nazionale, si guadagna da vivere facendo il corriere di droga. Quello stupefacente doveva rifornire gli spaccini del quartiere, ma stavolta sono arrivati prima gli agenti.

Lo spacciatore resta in carcere

Nelle prossime settimane si saprà il livello di principio attivo dell'eroina sequestrata, dopo i diversi decessi per overdose che si sono verificati nel corso dell'ultimo anno a Mestre e Marghera. L'arrestato, al termine della convalida, è stato portato in carcere in attesa dell'udienza del processo prevista per il 28 giugno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A prendere la droga senza patente

Nei guai, sempre venerdì, verso mezzanotte, è finito anche un 36enne veneziano sorpreso dalla polizia locale mentre si trovava in sella a un motorino in zona industriale a Marghera. Aveva appena acquistato due dosi di cocaina spendendo 40 euro. I problemi per lui, oltre che per lo stupefacente, sono iniziati dopo il controllo dello scooter: è risultato senza assicurazione e revisione, e in più il 36enne non aveva la patente. Per lui una multa da 6mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un pene in cemento compare a San Marco

  • «Assembramenti fuori dai locali, gente senza mascherina: così torniamo indietro»

  • Un nuovo sistema di prenotazione nell'Ulss 3: non è più l’utente che chiama il Cup, ma viceversa

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Maneggio in fiamme: feriti padre e figlia, morti quattro cavalli

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento