MestreToday

Inaugurata la nuova area cani di Mestre: «Quasi pronte le altre quattro»

Il sindaco Luigi Brugnaro inaugura la struttura. Altre saranno aperte a Sacca Fisola, al Parco Groggia, al Parco Catene e a Sant'Elena

L'area si estende per 1.040 metri quadri

Corse, salti e giochi. Quello di venerdì è stato un pomeriggio di festa per i cani di Villaggio Laguna e per i loro padroni: al Parco Chiarin, infatti, è stata inaugurata una nuova area cani che permetterà agli amanti degli animali di poter contare su uno spazio sicuro e accessoriato. Ad aprire le porte ai tanti "fido" in attesa è stato il sindaco Luigi Brugnaro.

La struttura

La struttura ha un'estensione di 1.040 metri quadri e si contraddistingue per due moduli, uno di 280 metri quadri rivolto ai cani di piccola taglia, l'altro di 760 metri quadri che ospita esemplari di taglia media o grande. Non solo prato, però: il servizio comprende anche fontanelle (prese subito d'assalto dagli ospiti a quattro zampe), panchine e un punto di raccolta delle deiezioni.

Altre quattro aree cani in arrivo

«Questa è la prima di cinque aree cani che abbiamo finanziato e che stiamo ultimando - ha dichiarato il sindaco Brugnaro - le altre saranno realizzate a Sacca Fisola, al Parco Groggia, al Parco Catene e a Sant'Elena». Uno scenario che si arricchisce anche con il ripristino, già ultimato, di una zona verde ad hoc al parco di Villa Querini. Per l'area cani di Parco Chiarin l'Amministrazione comunale ha investito 16.040 euro totali: 4.270 euro, derivanti dal programma Pon Metro, sono serviti per la fornitura dei materiali, la rimanente somma è stata invece utilizzata per l'installazione delle strutture e i lavori accessori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

Torna su
VeneziaToday è in caricamento