MestreToday

Anziana rapinata e pestata in casa: "Lui un mostro, lei in rianimazione"

Una ultraottantenne pedinata e poi picchiata in via Aleardi a Mestre: "Ha diverse fratture, le ha quasi staccato le dita per toglierle i suoi anelli"

La pedina fino all'uscio di casa, poi, quando lei ha aperto la porta, in un attimo lui era già dentro. "L'ha letteralmente distrutta di botte", racconta una donna che conosce bene quell'anziana di oltre 80 anni che martedì pomeriggio è rimasta vittima di un violento agguato da parte di un malvivente senza scrupoli, per poi finire all'ospedale: "Ricorda solo che era alto e biondo - sottolinea la donna - le ha rotto diverse costole, fratturandole anche una mano".

Accade tutto all'ora di pranzo, verso mezzogiorno e mezzo. L'anziana sta tornando nel suo appartamento di via Aleardi a Mestre, senza accorgersi che qualcun'altro la stava pedinando. Dopodiché il criminale entra in azione, subito dopo che la sventurata ha messo piede in casa. Il bandito si chiude la porta alle proprie spalle ed è subito violenza cieca: "Lei si era appena operata a un'anca un mese fa - continua la conoscente - quel pezzente gliel'ha rotta di nuovo, in più non ricorda molto dell'accaduto. L'ha riempita di botte. C'è un vaso sanguigno aggravato dalle percosse che preoccupa, perciò la metteranno in rianimazione, ha il viso tumefatto e la testa gonfia".

Il delinquente puntava soprattutto ai gioielli che la vittima di turno indossava, oltre che ai soldi: "L'ha subito scaraventata a terra, pestandola - dichiara la conoscente - la mano gliel'ha rotta per toglierle gli anelli. Questo è un mostro che ora gira a piede libero per Mestre. E' entrato in azione in pieno giorno". L'intervento dei sanitari del 118 e dei carabinieri alcune ore più tardi, verso le 17, quando è stato lanciato l'allarme. L'anziana è stata subito caricata su un mezzo del 118 e trasportata all'ospedale Dell'Angelo in codice giallo, "accompagnata" anche da una pattuglia dell'Arma. Un'altra è rimasta sul posto per effettuare i primi accertamenti. Come detto, con ogni probabilità la sventurata dovrebbe essere trasferita in Rianimazione, a causa della furia di quel bandito entrato in azione alla luce del sole.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento