MestreToday

Accoltellamento di via Carducci: la vittima riconosce l'aggressore per strada

Il ghanese aggredito lunedì pomeriggio il giorno successivo ha incontrato il feritore

Lunedì pomeriggio era stato aggredito da un uomo che lo aveva ferito con un coltello e poi si era dileguato. Lo stesso uomo che il giorno successivo lo ha avvicinato, non riconoscendolo, e ha cercato di vendergli un giubbotto. Lui, però, quando lo ha visto non ha avuto alcun dubbio: quel ragazzo era lo stesso che lo aveva ferito. Così ha chiamato la polizia che, arrivata sul posto, ha fermato l'aggressore. Si tratta di D.G.A., 21enne romeno di Mestre. E' lui uno dei protagonisti dell'accoltellamento avvenuto lunedì intorno alle 14 in via Carducci in mezzo alla folla. 

L'aggressione

La vittima è un uomo di origini ghanesi. Il giorno dell'aggressione era stato avvicinato da due giovani che gli chiedevano di poter acquistare della droga. Probabilmente lo avevano scambiato con un'altra persona. Alla risposta negativa, il più giovane dei due aveva spinto a terra il ghanese e lo ha colpito con un coltello da cucina seghettato di 40 centimetri. La vittima nel tentativo di difendersi si era procurata diverse ferite ad entrambi i palmi delle mani guaribili in 12 giorni. Nella concitazione del momento al ghanese era caduto dalla tasca del giubbotto il telefonino che immediatamente era stato rubato dal complice dell’aggressore, che era scappato imboccando via Brenta Vecchia.

Il giorno dopo

Il caso ha voluto che nel pomeriggio del giorno seguente la stessa vittima, alle 12.45, camminado nei pressi di via Carducci è stata nuovamente avvicinata, ma non riconosciuta, dall’autore dell’aggressione che ha tentato di vendergli un giubbotto. Il ghanese ha tenuto le mani all’interno delle tasche del giubbotto per non essere riconosciuto e ha chiamato la polizia, che ha fermato il 21enne. Accompagnato in questura, è stato denunciato per lesioni aggravate e furto aggravato in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, crollo a Ca' Pesaro

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento