MestreToday

In un sol colpo 16 sanzioni per transito nella Ztl, revocate: «Segnaletica inadeguata»

Multe seriali, segnalazione inefficiente e buona fede dell'automobilista hanno portato alla revoca di 16 multe su 17. Sul caso è intervenuto l'Adico

Segnaletica palesemente inadeguata, notifiche delle multe inviate tutte nello stesso momento, quando  l'infrazione era stata compiuta più volte, buona fede dell'automobilista, sanzioni seriali. Ruota attorno a questi quattro elementi  la decisione, per nulla scontata, del Giudice di Pace di Venezia che giovedì ha annullato 16 multe (su 17) comminate a V.A., 57enne commerciante  che gestisce una attività in centro a Mestre, per essere passata più volte nella zona a traffico limitato di via Pio X.

La sentenza del giudice di pace

La donna, dopo aver ricevuto in un sol colpo le sanzioni per un importo superiore ai 1.600 euro, si è rivolta all'ufficio legale dell'Adico per essere assistita. Oggi è arrivata la sentenza del giudice, che ha accolto le tesi difensive presentate dall'associazione facendo tirare un grande sospiro di sollievo alla 57enne. Il fatto risale a fine 2015 mentre il ricorso è stato presentato a gennaio 2016. V.A., nel giro di circa tre settimane, dal 23 ottobre al 15 novembre 2015, è stata immortalata ben diciassette volte dal varco elettronico di via San Pio X. La donna, che ha una attività in zona, non si è mai accorta di nulla, ovviamente, tanto da collezionare anche quattro multe in un sol giorno, il 15 novembre, alle 17 e 28, alle 17 e 34, alle 19 e 09 e alle 19 e 13.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sentenza che conferma le nostre tesi»

A dicembre le sono state notificate tutte le sanzioni, lasciandola attonita. «Grazie al nostro intervento - commenta Carlo Garofolini, presidente dell'Adico - ora la nostra socia può tirare un sospiro di sollievo. È passato un po' di tempo, perchè i giudici di Pace hanno molto lavoro da svolgere e per lungo tempo hanno dovuto lavorare con cancellieri a mezzo servizio, ma alla fine è arrivato una sentenza importantissima che conferma le nostre tesi anche sulla segnaletica a suo tempo inadeguata e ingannevole e sulle multe seriali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finiscono in acqua dal vaporetto, morte due donne

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Coldiretti Venezia: si raccolgono adesioni per il lavoro in campagna

  • Bollettino serale, registrati tre decessi in provincia

  • Il bollettino Covid-19 del 3 aprile sera: ancora morti, calano i ricoveri

Torna su
VeneziaToday è in caricamento